Piccoli momenti di grande felicità

Immagine castagnosa presa dal web

Se vi piace lo stile shabby...

Alle amanti dello stile shabby o shabby chic che dir si voglia, evoluzione elegante-romantica del country, segnalo il sito Angelica home country. Ho avuto l'occasione di sfogliare il libro (non è solo un catalogo) che stampano ogni anno e sono rimasta a bocca aperta... e occhi a cuore!

Non aspettare di finire l'università...

Non aspettare di finire l'università, di innamorarti, di trovare lavoro, di sposarti, di avere dei figli, di vederli sistemati, di perdere quei dieci chili, che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina, la primavera, l'estate, l'autunno o l'inverno. Non c'è il momento migliore di questo per essere felice, la felicità è un percorso non una destinazione. Lavora come se non avessi bisogno di denaro, ama come se non ti avessero mai ferito, e balla come se non ti vedesse nessuno. Ricordati che la pelle avvizzisce, i capelli diventano bianchi, e i giorni diventano anni. Ma l'importante non cambia, e la tua forza, la tua convinzione, non hanno età. Il tuo spirito è il piumino che tira via ogni ragnatela, Dietro ogni traguardo c'è una nuova partenza. Dietro ogni risultato c'è una nuova sfida. Finché sei vivo, sentiti vivo. Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere....
Madre Teresa di Calcutta

Anche oggi vi propongo di cominciare la giornata con una citazione ricevuta questa mattina con la newsletter dell'Associazione Satyananda Yoga di cui faccio parte. E buona settimana a tutti voi!

Concerto di Noa a Staffarda

Stasera ascolterò dalla viva voce di Noa meraviglie come "Beatiful that way" (parole di Noa, musica di Nicola Piovani, per la colonna sonora del film "La vita è bella" di Roberto Benigni):


Il concerto si svolgerà nella splendida cornice dell'Abbazia di Staffarda, per la rassegna Santità Sconosciuta.
Ma può mancare Fil in un mio post sulla musica? (ve lo stavate chiedendo, eh...)
Beh, sappiate che lui suona in un tributo a Noa con la bravissima Diamante. Volete anche ascoltare? Ecco qui.


Nei video correlati c'è anche l'Ave Maria. E' un progetto che a me piace molto, e devo dirvi che Diamante ha avuto occasione di incontrare Noa e di parlarle del tributo e ne è stata felicissima.

Somiglianze 2

A grande richiesta, arriva anche Felix, l'originale.

Da Wikipedia - Felix (fumetto):
Felix (Felix the cat) è un personaggio creato da Pat Sullivan e Otto Messmer.
Felix the cat (Mio Mao), è il gatto nero interprete di storie affidate più all'immagine che al testo e guidate da una logica visiva surreale e sorprendente. Primo vero divo multimediale, l'ingegnoso felino ha marchiato con la sua figuretta anche innumerevoli giocattoli, pubblicità, dischi. Di grande popolarità negli anni venti, la sua figura iniziò a declinare dopo pochi anni a causa della nascita di Topolino e dell'avvento del film sonoro. Fece la sua ricomparsa sugli schermi televisivi negli anni sessanta sotto la direzione di Joe Oriolo. Diverse scene del cartone appaiono sulla sigla iniziale di Futurama. In Italia le strip del Gatto Felix sono state pubblicate da diverse riviste, tra cui Il Corriere dei Piccoli e Il Mago.

Lui, sì, che è il vero avo dei Felix&Pagnotta.
P.S. comunicazione di servizio. Pagnotta ha la tenia, meglio nota come "verme solitario". Mannaggia!

Atteggiamento mentale

Cambiati, non cambiare il mondo, quando vedi la bellezza dentro di te, la vedi anche fuori di te
Jayadev Jaerschky

Somiglianze

Fonte: dalla rete
...e comunque Pagnotta è uguale al gatto Felix delle pappe per gatti!
P.S. se volete un Felix o Pagnotta che dir si voglia, che zompetti allegramente sul vostro schermo, potete scaricare lo screenmate di Felix. Io me lo godo! E' come averlo qui anche mentre lavoro!

Pagnotta news

Oggi avevo voglia di una cornice... animalesca!
Post correlati: Altro incontro felino...

La prima recensione di "Lanes", a cura di Dodo Borra

Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere l'articolo
La prima recensione del primo disco solista di Filippo Cosentino "Lanes" feat. Fabrizio Bosso è uscita ieri su Gazzetta d'Alba, a cura di Edoardo Borra. A noi piace molto, e a voi?
CLICCA QUI PER SCARICARE "LANES" DA ITUNES

Trova il tempo di pensare...

Trova il tempo di pensare
Trova il tempo di pregare
Trova il tempo di ridere
È la fonte del potere
È il più grande potere sulla Terra
È la musica dell'anima.

Trova il tempo per giocare
Trova il tempo per amare ed essere amato
Trova il tempo di dare
È il segreto dell'eterna giovinezza
È il privilegio dato da Dio
La giornata è troppo corta per essere egoisti.

Trova il tempo di leggere
Trova il tempo di essere amico
Trova il tempo di lavorare
È la fonte della saggezza
È la strada della felicità
È il prezzo del successo.

Trova il tempo di fare la carità
È la chiave del Paradiso.

Madre Teresa di Calcutta

Ricevuta questa mattina con la newsletter dell'Associazione Satyananda Yoga di cui faccio parte. Mi pare sia un buon modo di cominciare la giornata!

Parole che amo: rifugio

Fonte: dalla rete
Il concetto di rifugio (anche, familiarmente, tana) mi è sempre piaciuto. Del resto tutti abbiamo bisogno di un porto sicuro, giusto? Così non sono rimasta stupita quando ho scoperto che la presa di Rifugio è la pratica più importante e basilare nel Buddhismo, anzi l'ho trovato bellissimo.

Altro incontro felino...

Eccolo!
Cari amici,
Vi presento Pagnotta!
L'abbiamo salvata ieri sera: correva impaurita in mezzo alla Statale a Cinzano. Siamo andati a suonare alle case lì intorno, ma non era di nessuno, allora non abbiamo avuto il coraggio di lasciarla lì. Dal momento che Fil l'ha presa in braccio, non ha smesso un secondo di fare le fusa! Sembra che abbia capito che l'abbiamo salvata, e... non smette di ringraziarci! Strusciandosi, sdraiandosi sulla schiena per farsi coccolare, addirittura leccandoci come se fosse un cagnolino!
A dire la verità, ci è poi venuto il dubbio se sia proprio una femminuccia, perché abbiamo intravisto un agglomerato pelosetto proprio laggiù... ma vabè, verificheremo!
Però non posso tenerla, perché tre gatte in un alloggio sono già abbastanza, figuriamoci quattro! Ma pare che ci sia già una giovane veterinaria interessata ad adottarla... direi che per un gattino andare a vivere con un veterinario è un'ottima possibilità, giusto? Incrocio le dita!

"Joy is black" di Letizia Cigliutti

Foto Letizia Cigliutti

Oggi un momento light è davvero necessario.
Link: Letizia Cigliutti

Gurdjieff sul #giornalismo

Le esigenze della civiltà contemporanea hanno generato un'altra forma molto specifica di letteratura che viene chiamata giornalismo.
Non posso passare sotto silenzio questa nuova forma letteraria, perché, a parte il fatto che non porta assolutamente nulla di buono per lo sviluppo dell'intelligenza, essa è diventata, a mio avviso, il male de nostri tempi, nel senso che esercita un'influenza funesta sui rapporti umani.
Questo genere di letteratura si è molto diffuso i questi ultimi tempi perché - ne sono fermamente convinto - esso corrisponde meglio di ogni altro alle debolezze e alle esigenze determinate negli uomini dalla loro crescente mancanza di volontà. Finisce così per atrofizzare la loro ultima possibilità di acquisire i dati che permettevano loro, finora, di prendere più o meno coscienza della loro reale individualità - unico mezzo per raggiungere il ricordo di sé, fattore assolutamente indispensabile per il processo di perfezionamento di sé.
Inoltre, questa letteratura quotidiana, priva di princìpi, isola completamente il pensiero degli uomini dalla loro individualità, di modo che la coscienza reale, che di tanto in tanto ancora appariva in loro adesso ha cessato di partecipare al loro pensiero. E sono ormai privati dei dati che fino a quel momento avevano assicurato loro un'esistenza più o meno sopportabile, non fosse che nel campo dei rapporti personali.
Per sfortuna di noi tutti questo genere di letteratura, che invade ogni anno di più la vita quotidiana degli uomini, fa subire alla loro intelligenza, già molto indebolita, un indebolimento ancora peggiore consegnandola inerme a ogni genere di inganni e di errori; essa li mette fuori strada a ogni passo, li distoglie da qualsiasi modo di pensare più o meno fondato e invece di un giudizio sano, stimola e fissa in loro alcune tendenze indegne quali: incredulità, ribellione paura, falso pudore, dissimulazione, orgoglio, e così via.
Da "Incontri con uomini straordinari" di Georges Gurdjieff
Sto leggendo con grande interesse questo libro del mistico armeno Gurdjieff, figura estremamente affascinante di cui mi sono appassionata da qualche mese. Alcune pagine sono dedicate a riflessioni sul giornalismo; di certo a tratti urtanti (com'è nello stile dell'autore, un provocatore molto sottile) per chi ha scelto, come me, questa professione, ma che secondo me soprattutto noi giornalisti dovremmo leggere molto attentamente. Sono ancora molto attuali.
Il seguito lo trovate qui: Riflessioni.it - Riflessioni sui giornalisti

Lo scrivo anche qui #rabbia #Simoncelli

Come sempre nel fine settimana, mi sono dedicata pochissimo al computer. Proprio perché non riuscivo a trattenermi, ho postato qualcosa sui social network. Ma sono talmente turbata dalla morte inutile di questo ragazzo (e di tutte quelle che l'hanno preceduta e la seguiranno), che devo scriverlo anche qui. Le moto sono troppo pericolose: se uno sport (ammesso di voler insistere a considerarlo uno sport) è troppo pericoloso, semplicemente, non si deve fare. E sapete qual è la cosa che mi fa arrabbiare di più? Che questi ragazzi corrono e rischiano la vita per far vendere delle moto Honda (o altra marca), ad altre persone che a loro volta rischieranno la vita in strada e metteranno in pericolo anche quella degli altri. Questo è il trionfo del profitto sul buon senso. Facciamoci furbi! Non lasciamoci allettare dalle pubblicità che ci raccontano quanto è bella l'ebbrezza della velocità! Dimostriamo che non cadiamo come pere nel tranello di chi vuole vendere, vendere, vendere, senza prendere nemmeno lontanamente in considerazione la nostra sicurezza!

E' uscito "Lanes" il primo disco solista di Filippo Cosentino. Ospite Fabrizio Bosso

E' online "Lanes", primo disco solista del giovane ma già affermato chitarrista Filippo Cosentino.
I nove brani inclusi nel cd, cinque originali e quattro riarrangiamenti e riletture di standards jazz di Benny Golson, Gil Evans, Thelonius Monk e Miles Davis, segnano il momento della maturità per l'artista, che negli anni ultimi anni ha intrapreso una carriera discografica di successo, come sessionman e arrangiatore, partecipando a produzioni discografiche di numerosi artisti emergenti come Emile Rivera, Luca Mercurio, Dario Dima e molti altri, e ha all’attivo tournée in Italia e all’estero con artisti di livello internazionale come il songwriter londinese Alan Bonner.
Il titolo del cd (uscito per Green Production e Sfem Edizioni Musicali), "Lanes", che in inglese significa corsie, si riferisce ai molteplici stili musicali nei quali Cosentino si sperimenta: dal jazz, al rock, al pop, al blues, sono il riflesso di una carriera che non si è limitata ad un genere, ma spazia e viene valorizzata dalle contaminazioni.
Da segnalare la presenza di ospiti di assoluto rilievo: da Fabrizio Bosso, trombettista italiano celebre in tutto il mondo, a Davide Beatino, bassista di Samuele Bersani.
Il disco è in vendita nei concerti e disponibile da acquistare online sui maggiori store musicali della rete come iTunes, Virgin Store, BelieveDigital, e sarà presentato dal chitarrista in una tournée in tutta Italia e con alcune date d'eccezione all'estero, in città come Parigi e Londra.
Il primo appuntamento live con “Lanes” è fissato per il 10 novembre al “Take Five” di Bologna, dove il Filippo Cosentino Trio presenterà il disco al più importante festival jazz della stagione autunnale, il Bologna Jazz Festival (www.festivaljazzbologna.it/).

CLICCA QUI PER SCARICARE "LANES" DA ITUNES

Quando l'ispirazione langue...

Ci sono giorni - come oggi, per me - in cui non ci sentiamo molto ispirati. Ma può capitare che nella tua casella di posta arrivi un comunicato stampa che risolve la giornata, e non si può che essere grati. Ecco l'oggetto (che è già di per sé sufficiente e non rende necessario andare oltre):

GUIDA DI NOTTE E NON SI FERMA ALL'ALT DEI CC AD ALBA SCAPPANDO. RAGGIUNTO INGOIA UN'INTERA CONFEZIONE DI FAZZOLETTI PROFUMATI "FRESH & CLEAN" PENSANDO DI NON RISULTARE POSITIVO ALL'ETILOMETRO. DENUNCIATO ED AUTO CONFISCATA PER ABUSO DI ALCOOL.

Post correlato: La realtà che supera la fantasia (non so se mi piaceva di più quel comunicato lì o quello di stamattina, adesso ci penso; ma se volete potete dirmi la vostra e decidiamo insieme)

...a volte anche fotografa

Da Gazzetta d'Alba
P.S. in questo caso facilitata dal soggetto

Servizio sulla #sclerosi multipla

Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere il servizio

Un "cervello" a ritroso #fugadeicervelli

Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere l'intervista

Borse affascinanti 2

Borse affascinanti 2 di manieossessionicolpidifulmine
(è che io agli appelli di pa non so proprio resistere! su, adesso aderite anche voi!)


Mi è arrivato proprio ora questo scatto da Adriana,
allego il suo messaggino:

Ciao pa, come va?
Oggi borsa piccola e stretta dove sono riuscita a zippare quasi tutto. Si intravvede caos sul fondo...
Buona giornata
Adriana
http://presanellarete.blogspot.com

Grazie!

Ne attendo molti altri da voi tutte/i. Sono curiosissima. A dire la verità, davvero curiosa anche delle borse maschili. Quando sul treno vedo alcuni impiegati che si lanciano in una lunga giornata di lavoro, magari fuori porta, muniti soltanto di Blackberry e portafoglio nella tasca posteriore, allora comprendo cosa voglia dire chi afferma che siamo pianeti diversi.

(Nick invece ha una borsa più grossa della mia: al suo interno navigano romanzi, portatile, bloc notes, ma anche pupazzini di stoffa: lo invito pubblicamente a partecipare!)

Parole che amo: perdono

Il perdono è l'ornamento dei forti.
Mahatma Gandhi

Se un tuo fratello pecca, rimproveralo; ma se si pente, perdonagli. E se pecca sette volte al giorno contro di te e sette volte ti dice: Mi pento, tu gli perdonerai.
Gesù

Per ovvie ragioni in questo post non sono inseriti abbinamenti musicali alla parola scelta, N.d.A.

Oggi è la Giornata mondiale contro la povertà

Oggi è la Giornata mondiale contro la povertà... e anche la Giornata mondiale dell'alimentazione

Questione di tempo

♫ "Back to black" Amy Winehouse cover by Alan Bonner ♫


E' stato uno dei momenti più emozionanti del concerto di Alan Bonner venerdì sera ad Alba. Del resto, Alan proponeva già questo pezzo ben prima che la povera Amy Winehouse morisse, lasciando un grandissimo vuoto nel mondo della musica; infatti lui ed Amy erano amici ed hanno anche studiato insieme. Io trovo la sua cover stupenda...

A proposito degli scontri a Roma

Mi sento di dire la mia sulla questione scontri a Roma, perché secondo me in giro non stiamo leggendo ragionamenti sensati. Ognuno tira acqua al suo mulino: c'è chi mette insieme Black bloc e indignati, c'è chi difende il Governo, chi lo attacca, insomma la solita solfa. Io vorrei che andassimo un po' oltre ai meri eventi e allo schierarsi dall'una o dall'altra parte. Magari vi sarete accorti che, anche se in genere non sono restia al manifestare la mia opinione, non ho messo sul blog nessun bannerino e non ho sostenuto in alcun modo la manifestazione di Roma. Non che abbia nulla contro il concetto di manifestazione, anzi; alcune, che mi sembravano ragionate e tranquille, come "Se non ora quando", le ho "sponsorizzate" eccome. E ci sono anche andata. Ma qui a me pare fosse semplice intuire che sarebbe stata la classica occasione per fare del gran casino, come avevo scritto in qualche commento venerdì. C'è sempre tanta gente che ha voglia di fare del casino, e che probabilmente non sa nemmeno per che cosa va a manifestare. Ecco, io con le manifestazioni che mi danno questo sentore non sono d'accordo. Per di più sono inutili, se non controproducenti (Vendola: "Black bloc aiutano il Governo"). E qui secondo me nasce il vero ragionamento da fare, che è quello sulle ragioni della manifestazione, e, più in generale, dell'indignazione. Il problema è quello della rappresentanza: la politica dovrebbe rappresentarci. Niente di meno vero. Allora non mi stupisco che gente come un Pannella venga contestata: sempre venerdì pomeriggio, in un commento al mio post sulla fiducia, mi chiedevo come potessero sentirsi quelli che l'hanno votato. Ecco, quello per me è l'emblema di come la politica sia completamente discostata rispetto alle idee degli elettori. Chiaro che non solo si indignano, si incazzano! Il nocciolo della questione, secondo me, è che scenette come quella di venerdì pomeriggio ci fanno sentire inutili perché fanno passare l'idea l'impercorribilità delle strade giuste, quelle legali, quelle costituzionali, per far valere la nostra opinione. Quelle però sono le strade in cui ho sempre creduto: l'occasione per far cadere un Governo dovrebbe essere il voto sulla fiducia, non di certo incendiare un'auto. La conclusione è che questi momenti sono occasioni che dovrebbero farci riflettere sul sistema politico, su come, quanto dobbiamo essere frustrati per scendere in piazza a far del casino, tanto per fare. Consapevoli, ne sono convinta, che non cambierà niente. Il nostro dovere dovrebbe quindi essere quello di cercare delle strade percorribili per poter dire la nostra (dire, non urlare, possibilmente), nonostante qualche fisiologico momento di sconforto. Strade istituzionali (candidiamoci, su! così non ci potremo più lamentare di chi è candidato...), strade culturali (scriviamo post, scriviamo libri, articoli, incontriamoci, organizziamo serate, convegni), strade non violente... solo con quelle potremo ottenere qualche risultato. E' una sfida più intelligente e più stimolante.

Foto concerto Alan Bonner ad Alba

Foto di Paola Currado per Carpediem Foto (Bruno Murialdo)
Posted by Picasa

Spero che questo piccolo collage di foto del concerto di Alan Bonner venerdì sera ad Alba vi piaccia.
Trovate tutte le foto qui.

Aggiornamenti

Me con la collana Trittongo
Aggiornamenti dall'Adri-mondo!
La serata con Alan Bonner e Filippo e` stata speciale!
Ho un sacco di foto stupende che vi faro` vedere lunedì!
Ora come potete vedere siamo in viaggio, per l'ultima data dell'Alan Bonner Fall Tour.
Ieri sera Alan mi ha anche dedicato la canzone con cui ha chiuso lo splendido concerto anteprima del festival Cantautori d'Italia!
Vi piace la mia nuova collana made in Trittongo? Anita me l'ha regalata stamattina e l'ho subito indossata perche` mi piace un sacco!
Sono proprio fortunata!
A presto, amici!
Le mail ti raggiungono ovunque con BlackBerry® from Vodafone!

Cambio di prospettiva sulla vita #opencamera

La giornata di oggi è la dimostrazione che, a differenza di quello che pensavamo (ottimisti! sognatori! illusi!), tutto si più comprare con i soldi.

Il capitalismo

"... la stupefacente credenza secondo la quale i peggiori uomini farebbero le peggiori cose per il gran bene di tutti"
John Maynard Keynes

Alan Bonner live ad Alba... stasera!


Appuntamento alle 20.30 in Sala Fenoglio ad Alba (Cn).
Vi aspettiamooo!!! Non mancate!

Birrificio di Parma: Alan Bonner - ParmaDaily.it Quotidiano online di Parma

Birrificio di Parma: Alan Bonner - ParmaDaily.it Quotidiano online di Parma

Nella nostra città la prima tappa del secondo tour italiano del cantautore e pianista inglese.

13/10/2011 Prima tappa del secondo tour italiano di Alan Bonner questa sera alle 21.30 presso il Birrificio di Parma (via Valera di Sopra 74/a, Parma).
Il cantautore e pianista inglese, che si ispira soprattutto a gigant del piano rocki come Elton John e Billy Joel, torna in Italia accompagnato dal chitarrista Filippo Cosentino.
Con la sua straordinaria voce, allo stesso tempo potente, sofferta e melodica, Bonner proporrà una serie di cover (tra Bruce Springsteen, Killers, Amy Winehouse, Elton John...) e presenterà il suo album "Songs for the Heartshaped", col quale ha già attraversato il Regno Unito.
La grande atmosfera che crea questo talento emergente della musica britannica è unica, dal facile ascolto ma ricercata. 
Il tutto nella splendida cornice del Birrificio di Parma, nuova griglieria alle porte della città che, nel contesto di un antico casale ristrutturato, proponte grigliate e ottime birre artigianali.

#2eurox10leggi: parte il finanziamento di #2eurox10leggi

#2eurox10leggi: parte il finanziamento di #2eurox10leggi: questo è un post a blog unificato con l'iniziativa #2eurox10leggi Fin dall’inizio il nostro primo desiderio è stato quello di dare voce a chi non ha il potere economico o la lobby giusta per ottenere visibilità su una pagina di un quotidiano nazionale. Il secondo, ma non meno importante, quello di procedere alla compilazione delle 10 richieste di legge attraverso una sorta we-government, ovvero cercando di coinvolgere donne, ma anche uomini, chiedendo di partecipare attivamente e interagire fra loro, fino al completamento del progetto. La scelta della piattaforma indipendente e gratuita diProduzioni dal Basso per sostenere il progetto #2eurox10leggi è stata quindi una conseguenza naturale. Produzioni dal Basso infatti garantisce che non ci sia alcuna intermediazione tra chi sostiene e chi propone un progetto, ma esclusivamente scambi sinceri, diretti e non invasivi, e un impegno di finanziamento attraverso una vera sottoscrizione popolare. Qui il link del progetto #2eurox10leggi.

ed ecco come finanziare #2eurox10leggi
1. andate sul sito di Produzioni dal Basso per iscrivervi o direttamente sulla pagina #2eurox10leggi (qui info privacy).
Sappiate che:
- l’iscrizione richiesta è semplice e non è vincolante
- dati personali e indirizzo saranno richiesti solo in caso di prenotazione di una o più quote del progetto e servono esclusivamente a ricevere il risultato del progetto che si è sostenuto
- i dati personali saranno accessibili solo ed esclusivamente a chi propone il progetto e solo ed esclusivamente se il progetto riuscirà a raccogliere tutte le quote richieste

2. andare sul link del progetto e prenotare una o più quote (costo singola quota 2 euro) come indicato. Ciò significa impegnarsi a onorare con un versamento la quota nel momento in cui sarà raggiunta la cifra necessaria. A questo punto il sistema PdB invierà una email in automatico per avvertire tutti i sostenitori del progetto.

3. se volete che il vostro nome compaia tra i sostenitori, inviate una mail a 2eurox10leggi@gmail.com esplicitando il vostro impegno di finanziamento dopo aver prenotato una quota.

N.B. in nessun caso è richiesto di anticipare il costo della quota a progetto ancora aperto, quando cioè il budget non è stato ancora raggiunto.

4. Il versamento richiesto al raggiungimento delle quote andrà fatto con carta di credito attraverso il sistema PayPal. Il numero del conto e le modalità saranno comunicate al momento opportuno.

Oggi mi sento così


La mia grande passione

Emile Rivera UK Acoustic Tour
Filippo Cosentino
La mia grande passione?
Beh, lui, chi o che cos'altro.
Non vi scrivo spesso di Fil, tranne che per quanto riguarda i suoi concerti.
E' che quello che provo preferisco tenerlo per me, per noi.
Quando ho letto il tema del blog candy fotografico di Cavalletto di Bruxelles però non ho potuto resistere.
Devo partecipare, e la mia grande passione è lui, il mio amore Filippo, che qui ho ritratto più di un anno fa a Londra ai Kensigton Gardens.
Avevo fatto una specie di pazzia, seguendolo nella tournée estiva di Emile Rivera nel Regno Unito.
Ci ho fatto anche un reportage per Gazzetta d'Alba, che trovate qui: Nostalgia canaglia
Spero che la foto vi piaccia, io ne vado molto orgogliosa.

Talking drum, il tamburo parlante

Ghanaian Talking Drum by ~braynx

Visto il successo del post sul gamelan, torno a presentarvi uno strumento sconosciuto ai più. Si tratta del tamburo parlante. Da Wikipedia:
Il tamburo parlante, meglio noto col nome inglese talking drum, è un tamburo a clessidra originario dell'Africa occidentale. Il suonatore tiene il tamburo immediatamente sotto l'ascella sinistra, sostenuto da una tracolla, o lo sostiene circondandolo col braccio sinistro (nel caso dei tamburi più grandi), mentre lo colpisce con una singola bacchetta ricurva tenuta nella mano destra. Il braccio sinistro agisce sulle corde che tengono tese le membrane del tamburo, premendole per tenderle o lasciandole per allentarle, modificando così il tono prodotto dallo strumento. I musicisti più abili riescono a produrre modulazioni che ricordano quelle della voce umana, specialmente con riferimento ai linguaggi tonali di alcune zone dell'Africa. Presso alcuni popoli (per esempio i Bulu del Camerun), questa tecnica è stata raffinata al punto che con il tamburo vengono riprodotte vere e proprie frasi e nomi di persona.

Servizio su disturbi specifici dell'apprendimento (Dsa)

Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere il servizio

Intervista ad Alan Bonner

Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere l'intervista

Il premio è arrivato a Bari

Fonte: dalla rete
Non è che mi sia data alla macchia con la storia del giveaway, eh... ho solo aspettato che il pacchetto arrivasse a destinazione! Per la precisione a Bari, a casa della vincitrice Florinda! Per lei ho scelto un regalino che guardasse al futuro: un'agendina del 2012 con tanti disegni e citazioni sui miei animaletti preferiti, i gatti. Ho impacchettato anche un bel segnalibro che sembra un tappeto persiano in miniatura, tutto ricamato e con le frangette alle due estremità. Mi ha scritto ieri sera che il pensiero le è arrivato e che le è piaciuto un sacco. Io felice! :-)

Giornata mondiale contro la pena di morte

Oggi, 10 ottobre, è la Giornata mondiale contro la pena di morte.
Visita il sito di Amnesty International per avere maggiori informazioni.
10 motivi per dire NO alla pena di morte

Alan Bonner in concerto ad Alba

Alan Bonner, cantautore londinese
Ci siamo quasi!
Appuntamento venerdì 14 ottobre, alle 20.30, in Sala Beppe Fenoglio ad Alba (Cn).

La seconda edizione del festival Cantautori d’Italia esordisce con un’anteprima eccezionale, un concerto straordinario con un protagonista di assoluto spessore, il talento emergente della musica inglese Alan Bonner. Il cantautore londinese terrà ad Alba l’unica data piemontese del tour italiano del disco Songs for the heartshaped, da cui sono tratti singoli di successo come Talia e Ice Cream.

Ad aprire la serata, che fa parte del programma ufficiale della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba, sarà il cantautore e scrittore locale Bruno Penna, che presenterà brani e racconti estratti dai suoi numerosi cd e libri dedicati in particolare a realtà con un forte legame con il territorio come quella della Resistenza partigiana.

I biglietti sono in prevendita presso la sede dell'Associazione Milleunanota in via Bertero 8 e presso il negozio di strumenti MusicArt ad Alba.

Per ulteriori informazioni:
Associazione Milleunanota
via Bertero, 8
12051 Alba (Cn)
e-mail: milleunanota.alba@libero.it
sito web: http://milleunanota.weebly.com

Presidente:
Filippo Cosentino
cell. 334 78 67 028

Le date nelle altre regioni sono consultabili su http://www.filippocosentino.com

Stasera... per gli amici di Parma!

Stasera dalle 22... Emile Rivera live con Filippo Cosentino @ "Il ritrovo di Anik" a Ponte Taro (Parma)

Emile Rivera accompagnato da Filippo Cosentino all'Irish Pub "Il Ritrovo di Anik". Duo acustico con tanta spinta rock, tra classici della musica americana, inglese e italana e presentazione dell'album Cobalt Ruins.

Blues, rock, rock 'n roll, pop per due ore di grande musica.

A seguire DJ set.

Ingresso libero.
Da Parma, passare il ponte sul Taro della via Emilia, poi subito a destra. Al primo incrocio a destra e dopo 500mt si trova il locale.

Vi aspettiamooo!!
L'evento su Facebook

"Io donna non mi sento più italiana": l'evento Facebook

Copincollo di seguito il testo della lettera al Presidente della Repubblica scritta da Colette Esposito e riportata in un evento Facebook creato da Emanuela Chiarini (che ringrazio per averla portata alla mia attenzione):


Egregio Presidente della Repubblica,

mi rivolgo a Lei in quanto massima istituzione del nostro Stato e garante della nostra Costituzione per esprimere la mia profonda indignazione, nausea, sconcerto, nell'assistere allo squallido spettacolo di una classe politica - a cominciare dal Presidente del Consiglio - che con le sue continue parole offensive e degradanti mostra di non rappresentare la metà e oltre della popolazione italiana, non riconoscendole neanche il pieno status di persona e cittadina di questa Repubblica.
Ricordo che la nostra Costituzione recita: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali" e che l'art. 1 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo stabilisce che "Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali in dignità e diritti".
Con espressioni come "forza gn..." o "vai a farti sc..." espresse da persone che dovrebbero rappresentare il popolo sovrano, si violano palesemente quelli che sono i fondamenti della Repubblica italiana e di ogni convivenza civile. Sollecito da parte Sua un doveroso atto ufficiale di richiamo verso la persona del Presidente del Consiglio e chiunque calpesti i diritti basilari di cittadinanza delle donne italiane. Sarò costretta, se questo stato di cose permane, a rivolgermi a organismi sovranazionali, a cui appellarmi, insieme ad altre donne come me indignate, perché prendano immediati provvedimenti verso lo Stato italiano, già oggetto di richiami a livello europeo e internazionale per la vergognosa condizione in cui versano i diritti delle donne.

Per scrivere alla Presidenza della Repubblica:
https://servizi.quirinale.it/webmail/

NB: Dopo la spedizione occorrerà rispondere ad una mail che il sito del Quirinale invierà al vostro indirizzo di posta elettronica per conferma.

Clicca qui per partecipare all'evento Facebook "Io donna non mi sento più italiana. Lettera a Napolitano".

Cirano, simbolo di libertà

Raccolgo l'invito di Pink, che l'ha raccolto da Sandra M., che l'ha raccolto da Cristiana che, a sua volta, lo ha raccolto da Lorenzo (che al mercato mio padre comprò!):
“Per qualche giorno trasformiamo questi diari online in strumenti veri di lotta e informazione. Propongo per tutta la settimana a venire che ognuno si impegni a scrivere, a raccontare, a mettere foto o poesie sulle libertà, sui principi che ci vogliono calpestare”.

Ecco una canzone che amo, e che secondo me esprime bene il concetto di libertà:


Il "deposito" di Pulce

Fonte: Robidò... non solo gatti!
Mercoledì, dopo quasi tre mesi di attesa, è stato finalmente consegnato il mio nuovo super divano rosso. Il suo spettacolare ingresso a casa è stato suggellato da una scoperta divertentissima. Da sempre sospetto che le mie gatte abbiano dei depositi, un po' come quelli di Zio Paperone o di Lupin. Beh, spostando uno dei due divani vecchi è venuto fuori il deposito di Pulce, un deposito... al di là di ogni aspettativa. Infatti c'erano: una dozzina di tappi di Rinazina (di cui sono, ahimè, dipendente da anni), un tappo di sughero, un tappo di bottiglia d'acqua, un tappo del mio tonico, due topini di gomma, una biglia di vetro, quattro palline per gatti di vario tipo (di gomma, con i sonaglini ecc.), due flyer di appuntamenti che mi interessavano (e a cui chiaramente non sono andata), cinque (!) anelli. Fra questi, uno che mi aveva regalato Fil e che mi aveva sgridata tantissimo per aver perso; e anche quello che si era comprato lui e che era sparito proprio una sera che me l'ero messo io. Almeno sono stata discolpata! Non ero io che li avevo persi! E' la ladruncola che me li aveva rubati!

Una settimana difficile. Ma...

Fonte: dalla rete
Le notizie questa settimana sono arrivate numerose, a ricordarmi quanto sia difficile portare avanti la scelta che ho fatto per questo sito: Qui solo buone notizie, come da qualche giorno leggete nel sottotitolo.
Ieri mi è toccato leggere, con una fitta allo stomaco, che E' mancata Anna Lisa. Oggi ci siamo svegliati e abbiamo scoperto che il mondo ha perso Steve Jobs, notizia non inaspettata, ma che di certo non può lasciare indifferenti*.
Ci ho pensato. E alla fine mi sono resa conto che le notizie di queste morti sono offuscate da tutte le buone notizie che queste persone ci hanno dato durante la loro vita, che è stata molto, molto più forte della morte.
Anna Lisa ha dimostrato come si possa affrontare la malattia, fino agli ultimi giorni, con il sorriso sulle labbra, senza alcun pietismo, ma con tanta energia e un'inestinguibile voglia di vivere.
Jobs... beh, sarebbe inutile che io mi mettessi a elencare qui sul mio blog tutto ciò che ha fatto. Lo sappiamo tutti bene, lo viviamo ogni giorno: è stata una delle figure più significative del secolo, oserei dire la più significativa, perché ha cambiato la vita di tutti noi. Le buone notizie, dunque, ci sono eccome.
E sono quelle che rimarranno.

Collegamento: Vanity Fair - Steve Jobs: le frasi più belle

*non posso non citare anche le morti di Barletta, ma anche quella della giovane americana probabilmente investita da un pirata della strada. Anche queste morti, seppur meno "mediatiche", hanno la stessa carica di tristezza.

Parole che amo: comprensione

Wikipedia - Comprensione (accesso chiuso almeno fino a stamattina compresa, stiamo a vedere)

Citazione, letta pochi giorni fa sul profilo Google+ di Adriano Maini, e stampata in "milluplice" copia.
"Ascoltare significa non presupporre, classificare, migliorare, contraddire, valutare, approvare o disapprovare, non combattere contro quello che si sta dicendo, non provare mentalmente a ribattere, non cominciare a fare libere associazioni su parti di quello che viene detto in modo da non sentire il resto. Ascoltare vuol dire predisporsi a comprendere l'altro."Abraham Maslow

Di neutrini, Einstein, tunnel ecc.


Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere l'articolo

Un convegno sull'epilessia

Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere l'articolo 
Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere l'articolo

Alessandro Meluzzi profetico (sul processo Meredith)


Clicca sull'immagine per ingrandire e poter leggere l'articolo
Da Gazzetta d'Alba

Cinque piccole felicità autunnali

The fairies' work in autumnby ~efira-japan
Con questo post partecipo al giveaway per il primo anno del blog La Magia del Vento.

Ciò che è richiesto per partecipare, mi è piaciuto subito moltissimo: "Scrivete un post sulle vostre 5 piccole Felicità autunnali o 5 piccoli obiettivi, cose da fare, piccole soddisfazioni che vorrete fare in questa stagione e una foto, scattata da voi o presa dal web che voi associate all'Autunno...".

L'autunno è una stagione che amo, e di piccole felicità me ne fa venire in mente a bizzeffe, ma qui ne servono solo cinque.

Ecco allora le prime:

1. stare sul divano con la copertina di pile e i gatti
2. andare in giro con il mio vecchio catorcio per le Langhe, godendomi il panorama
3. mangiare le caldarroste
4. avvolgersi nelle sciarpe
5. le foglie cadute che fanno cric-cric quando ci cammini sopra
Veniamo all'immagine: è forse un po' infantile, ma mi ha folgorata l'idea delle fatine che colorano la natura con tubetti e pennelli. Che ne pensate? Non è deliziosa?
Partecipate numerosi al giveaway: sono curiosa di leggere le vostre cinque piccole felicità autunnali...

Anteprima Cantautori d'Italia: Alan Bonner in Sala Fenoglio (Alba) il 14 ottobre

Il songwriter londinese Alan Bonner

La seconda edizione del festival Cantautori d’Italia esordirà con un’anteprima eccezionale nell’autunno: il 14 ottobre 2011 alle 20.30 si svolgerà in Sala Fenoglio ad Alba (Cn) un concerto straordinario con un protagonista di assoluto spessore, il talento emergente della musica inglese Alan Bonner. Il cantautore londinese terrà ad Alba l’unica data piemontese del tour italiano del disco Songs for the heartshaped, da cui sono tratti singoli di successo come Talia e Ice Cream.
Ad aprire la serata, che fa parte del programma ufficiale della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba, sarà il cantautore e scrittore locale Bruno Penna, che presenterà brani e racconti estratti dai suoi numerosi cd e libri dedicati in particolare a realtà con un forte legame con il territorio come quella della Resistenza partigiana.
I biglietti sono in prevendita presso la sede dell'Associazione Milleunanota in via Bertero 8 e presso il negozio di strumenti MusicArt ad Alba.

Per ulteriori informazioni:
Associazione Milleunanota
via Bertero, 8
12051 Alba (Cn)
e-mail: milleunanota.alba@libero.it
sito web: http://milleunanota.weebly.com

Presidente:
Filippo Cosentino
cell. 334 78 67 028

4 ottobre: San Francesco


ipazia è(v)viva: compriamoci anche noi una pagina del Corriere

ipazia è(v)viva: compriamoci anche noi una pagina del Corriere: Più o meno è andata così. Perché in questo Paese chi ha i soldi può evidentemente comprarsi anche l'indignazione . Di solito il dissenso e la condanna verbale sono strumenti riservati a chi non ha altri poteri, e invece Diego della Valle si è comprato intere pagine di quotidiani (di molti dei quali è pure azionista) per gridare all'Italia la sua indignazione e la sua esaperazione. Tutto condivisibile, e tutto già detto da molti e molte, che però, come la sottoscritta, possono comprarsi solo un dominio da 10 euro l'anno per il blog. È andata così, dicevo. Con una proposta su Twitter che invitava le #donne a comprarsi una pagina del Corriere per scrivere 10 leggi inderogabili che le #donne chiedono alla politica. Quanto costa una pagina del Corriere? Mi risponde@marlosyto mentre @bociazza mi dice come raccogliere i fondi. Cominciano le adesioni (prime @stefaniaboleso e @sabrarola) così con @AuraF72 ci twittiamo le proposte di legge... @comitato13febbraio dice che è una buona proposta e sarebbe da fare (fosse la volta buona che ci diamo una mossa!).. poi arrivano i conti di @marlosyto: due euro a testa se arriviamo a 50mila adesioni. Ecco quanto costa far sentire la propria voce. Ci proviamo? Intanto abbiamo cominciato a stilare le 10 leggi da non perdersi. Si accettano suggerimenti e modifiche... Siamo solo all'inizio...
1. Legge per il congedo obbligatorio condiviso. Perché i lavori di cura e della famiglia non siano più a carico delle sole donne. E per dare la possibiità ai padri di essere protagonisti di una nuova e più responsabile genitorialità.
2. Legge per la maternità universale. Ovvero ogni donna che sceglie di diventare madre, sia essa single, sposata, lavoratrice dipendente o precaria, deve aver diritto al sussidio di maternità
3. Legge per la realizzazione di una reale democrazia paritaria. Una lege elettorale che, come quella campana, preveda la doppia preferenza di genere: un uomo e una donna indicati dai cittadini.
4. Legge contro le dimissioni in bianco e incentivi per una maggiore partecipazione delle donne nel mondo del lavoro e delle professioni (vedi leggi francesi).
5. Educazione sessuale fin dalla scuola primaria e contro la violenza di genere con leggi su modello di quelle danesi e spagnole. Istituzione di una Commissionie che vigili sull'uso dell'immagine femminile nel mondo dei media.
6. Inasprimento delle leggi contro l'evasione fiscale. Prelievo sui grandi patrimoni e impegno dei fondi ottenuti per la costruzione di asili nido di piccole dimensioni ma diffusi sul territorio, e per i tempi pieni di qualità nelle scuole primaria e secondaria di primo grado.
7. Legge riforma del sistema fiscale che sostenga e agevoli tutti le tipologie di nuclei familiari con figli o con anziani a carico. Rivedere anche la leggi sulle pensioni di reversiblità che ha danneggiato soprattutto le donne.
8. Una legge sul futuro. Provvedimenti per dare maggiore autonomia ai giovani e alle giovani. Sulla proposta di Martine Aubry, finanziare il merito e la realizzazione in tutti i campi: dalla cultura all'industria.
9. ....

Un brutto giorno per Nonciclopedia (e per la satira) #noncivasco

Proprio oggi, che ho deciso di inserire nel sottotitolo del mio blog lo spirito di questo spazietto virtuale: "Qui solo buone notizie". Ecco, proprio oggi apro Twitter e con sommo dispiacere leggo: Nonciclopedia @Nonciclopedia Un brutto giorno per Nonciclopedia (e per la satira). Chiudiamo a tempo indeterminato, maggiori info qui: j.mp/NCchiuso - #noncivasco
La spiegazione puntuale di cosa è successo si trova qui: Nonciclopedia: Sospensione del servizio
Beh, mi viene da pensare che noi ci sbattiamo tanto contro la censura, e poi salta fuori uno come Vasco e fa chiudere un sito smaccatamente ironico come Nonciclopedia. E mi monta, per l'ennesima volta, la rabbia.
Uno come Vasco si sente diffamato? Teme di perdere qualcuno dei suoi mille mila fan a causa di qualche battuta su Nonciclopedia? E non per colpa di tutto quello che ha vomitato su Facebook in prima persona? Si è eretto a giudice terreno di tutte le cose?
Che misera fine per una (ormai ex, l'ha detto lui) rockstar.
Ora che ne ho scritto proverà a far chiudere anche il mio piccolo blog?
P.S. adesso, per fare due risate, leggi Salma chiara (cover) di Sabrina Ancarola

And the winner is... !

Finalmente... l'estrazione!
Ma perché farla a mano, quando esiste random.org? Appunto, meglio affidarsi al caso informatizzato. Creo un file di Excel in ordine di iscrizione. Gli iscritti sono 42 (l'ultima mi ha scritto ieri sera via e-mail che non riusciva a commentare, per questo se li contate nei commenti ne troverete solo 41...). Comunque, WOW!
Bene, ora vado su random.org e rullano i tamburi.
Il risultato.
Chi sarà stato il ventitreesimo iscritto?
E' il momento di controllare. Che agitasiùn!
Trattasi di... Florinda!
Lei non ha un blog, è una follower di Facebook e Google Friend Connect. Ora vado ad avvertirla!
Congratulazioni Florinda!

Quale sarà il regalo? Beh, ancora un po' di pazienza... vi ho fatti penare, e ora mi piacerebbe che il regalo fosse davvero una sorpresa per la vincitrice...

up